OSTRICHE LIMONE E PEPE

Per riconoscere se le ostriche sono fresche fate attenzione per prima cosa al loro peso. Infatti, se sono troppo leggere vuol dire che non contengono sufficiente liquido e che, quindi, sono sicuramente morte. Le ostriche fresche sono quelle che, una volta aperte, contengono molto liquido e hanno una polpa che si stacca facilmente dalle pareti della valva. In caso contrario, se notate poco liquido e il guscio già aperto vuol dire che sono morte, ma non per questo inutilizzabili: il consiglio, in questo caso è di consumarle da cotte. Un altro suggerimento per riconoscere un’ostrica sana è osservarla e annusarla: se è chiusa bene e se il guscio ha un buon profumo di mare allora quasi sicuramente è un’ostrica di qualità.

Le ostriche hanno poche calorie, sono ricchissime di ferro e di calcio, ma non è ideale mangiarne troppe, poiché contengono molto colesterolo. Inoltre non sono adatte a donne in gravidanza o in fase di allattamento e ai bambini molto piccoli, perché sono alimenti potenzialmente allergizzanti.

Ostriche limone e pepe

By 21 settembre 2017

  • Tempo di preparazione : 15 minutes
  • Tempo di cottura : - minutes
  • Piatto per : 4 persone

Ingredienti

Preparazione

Per aprirle, munitevi di un coltellino con la punta sottile e appoggiatela nell’insenatura che si trova a circa 2/3 della lunghezza del guscio. Esercitate una leggera pressione fino a che non sentirete un piccolo rumore di distacco tra le due parti della conchiglia. A questo punto passate il coltellino su tutto il perimetro del bordo e separate del tutto le valve, facendo attenzione a non rompere il mollusco.
Sminuzzate il ghiaccio nel tritaghiaccio e distribuitelo su un piatto di portata, eliminate l’acqua in eccesso dalle vostre ostriche e adagiatele sul ghiaccio con gli spicchi di limone e servitele, ciascun commensale condirà al momento con succo di limone e pepe a piacere (niente sale).

Per gustarla al meglio, il consiglio è quello di sorseggiare all’inizio il liquido salato rimasto all’interno per preparare il palato e ridurre il volume dei molluschi più grandi. A questo punto, potete scalzare l’ostrica dal guscio e aiutandovi con il dito indice, o con una forchetta, prelevare il mollusco con la bocca senza toccare il guscio (per evitare eventuali impurità) e iniziare a masticare dolcemente.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Ancora nessuna valutazione)
Loading...

Lascia un commento